From the Shias-And-Sunnis-Can-Never-Collaborate Department: ‘Hamas training in Iran’

The defeat of Islamists in Somalia is official and the country is not going to be turned into another Taliban state: Somalia PM: Islamic forces neutralized

Caroline Glick: The longest-running big lie

Magdi Allam: Il mio appello per il 2007: che sia l’anno del riscatto della verità, dalla cappa di mistificazione della realtà e dalla gabbia ideologica del multiculturalismo. Parte 1, Parte 3

The new U.N. Secretary General is quite unaware of how world works: ‘Israel-Palestinian conflict is key’

The Islamic Republic of Iran is at it again, and I couldn’t refrain from laughing when I happened to read this: Advisor to Ahmadinejad claims Hitler was Jew who conspired to establish Jewish state

Opinion Journal: Anti-Americans on the March

A news widely ignored by the MSM: Tear-gassing at Sudan cathedral leaves six hurt

SMCCDI: Two more executed in Iran

French marchers say ‘non’ to 2007. I suggest 2007 to hire a bodyguard..

Turkmenbashi.The sad legacy of an eccentric dictator

One Response to

  1. pretoriano says:

    «L’altra potente forza che assedia e minaccia l’Italia e l’Europa è l’America e più propriamente gli Stati Uniti d’America, incoraggiati in ciò dal pensiero anglosassone (…) La Costituzione americana porta al potere, sotto il falso segno della democrazia, vere e proprie oligarchie capitalistiche, che io chiamo plutocrazie. Sono oligarchie di grandi interessi, più che di idee e di princìpi. Esse hanno bisogno di espansione per aumentare i profitti. Non è difficile prevedere che la dottrina di Monroe, avendo già avuto un primo strappo nel 191, possa venire sostituita da una teoria d’imperialismo. I prodotti americani in crescente misura avranno bisogno di saturare il mondo. Dietro gli affari e a difesa degli affari non sarà poi illogico trovare la torre di una corazzata o le ali di un aeroplano da bombardamento. lo sto molto attento alla espansione dei prodotti americani, non solo, ma anche dei modi americani. È innegabile che fra gli italiani si vanno estendendo certi gusti e certi atteggiamenti degli statunitensi, tutt’altro che consoni al nostro modo di pensare: musiche negriere o troppo yankee, orribili cocktail, i piedi sui tavolini, la gomma da masticare. Sembrano sciocchezze trascurabili, ma incidono nei caratteri e nei gusti (…) A forza di imitare l’americanismo si può perdere la propria personalità. Contro il bolscevismo io ho innalzato i gagliardetti di combattimento fin dal 1919; contro l’americanismo invadente io cercherò di dare un taglio, se sarà necessario, richiamando il popolo italiano a un’autarchia sia economica che spirituale».

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: